Monte Tarino dal Santuario di Vallepietra - 05/10/2016

Vallepietra

Filettino

Dal paese di Vallepietra si segue la tortuosa strada che conduce al valico. Qui si parcheggia nell'ampio piazzale (parcheggio a pagamento - 3 Ђ).


Dal parcheggio del Santuario della Ss. Trinitа (1443 m ), si segue la strada che, in piano, si dirige verso il Colle Cimata (direzione sud, cartelli indicatori sulla piazza, sentiero n. 684). Dopo pochissimi metri, si lascia la strada e si devia a destra su prati. Si segue il sentiero che si tiene sul lato destro della cresta (sud) aggirando la cima del colle Cimata. Ripreso il filo di cresta, si raggiunge un bivio (cartello indicatore, 1483 m) poco prima di una croce. Si continua in piano seguendo il crinale che, per un bel tratto, permette la vista sulla sottostante valle. Superati i 1500 m di quota la cresta si fa un po' più esile e prende il nome di Morra Costantino. Nell'ultimo tratto di cresta si entra nel bosco e giunti a quota 1800 m circa, si esce sui prati, poco sotto la cima del monte Tarinello (1844 m), raggiungibile con una breve deviazione. Si scende per un breve tratto e, raggiunta una minuscola sella, si inizia a traversare verso sinistra, fino a portarsi sul lato sinistro della valletta (Pozzo della Neve), dove si incrocia il sentiero che sale dal fontanile Campitelle (1810 m circa sentiero n. 684). Ancora in piano, tra radure e brevi macchie di faggi, si oltrepassa un bivio per Vena Ciociara, ci si porta sotto la cima e, per un ripido sentiero, si costeggia la parete rocciosa sulla destra fino a raggiungere la vetta del monte Tarino (1961 m).

Per il ritorno, dalla cima del monte Tarino si ripercorre il sentiero percorso all'andata fino al bivio per il fontanile (1810 m circa). Si inizia a scendere in un fitto bosco, poi, ad una radura (1500 m circa), si seguono a sinistra le indicazioni (segni bianco-rossi) che permettono di individuare un sentiero tra un bel bosco di faggi. La traccia si fa più evidente e si raggiungono una serie di ampie radure. Ad un bivio, si prende a destra e si continua a scendere in uno stretto valloncello. Raggiunto un altro bivio si prosegue a sinistra poi, altro bivio, ancora a sinistra su una pista di terra. La si segue (anche se un po’ lunga) integralmente fino a raggiungere di nuovo il parcheggio del santuario.

Giornata inizialmente serena e limpidissima per un leggero vento di tramontana, che si è gradualmente annuvolata, ma senza pioggia.

Traccia GPS

Profilo alt.

Video di Roby

PARTECIPANTI