Parco Archeologico di Vulci - 08/10/2020

L’impressionante Castello dell’Abbadia, che ospita un interessante Museo Etrusco, si affaccia sul canyon del Fiora. Gli si affianca lo spettacolare Ponte dell’Abbadia, di origine etrusca, dal quale pendono delle spettacolari concrezioni. Dopo l’istituzione del Parco è obbligatorio partire dalla biglietteria.


Da Montalto di Castro, si seguono le indicazioni fino al parcheggio e alla biglietteria del Parco Archeologico di Vulci. A piedi, sempre sull’itinerario 103, si attraversa, visitandola, la città antica, si scende al Ponte Rotto e si raggiunge lo spettacolare Laghetto del Pellicone.

Ritornando all’ingresso si può continuare a piedi o in macchina, dirigendosi verso Nord, fino a raggiungere il ben visibile Castello dell’Abbadia., dove vale la pena di visitare il piccolo ma ricco Museo Etrusco che contiene interessanti reperti tutti provenienti dagli scavi archeologici di Vulci. La traversata del Ponte romano dell’Abbadia non è attualmente possibile per lavori di manutenzione ma è comunque ben visibile da entrambi i lati che si affacciano sulla profonda forra del Fiora.

E’ da notare la eccellente cura dedicata a tutti gli ambienti del Parco (viabilità, cartellonista, gentilezza degli addetti, pulizia dei luoghi, ecc.), che ne fanno uno dei parchi più fruibili e godibili del Lazio; se ne consiglia quindi la visita, adatta a tutti.

La giornata, stupenda per le condizioni meteo, è stata caratterizzata da una notevole partecipazione di Lupacchiotti (13) che hanno espresso apprezzamenti unanimi allo svolgimento dell’escursione.

E’ inoltre da sottolineare, l’ingresso del simpatico cognato di Rosario, Antonio, che ha dato buona prova di escursionista.

Traccia GPS

Montalto di Castro

Profilo alt.

Canino

Vulci Romana

Video di Roberto 1

Video di Roberto 2

PARTECIPANTI