Nepi - Castel Sant’Elia - 10/11/2016

Nepi

Castel Sant’Elia

Escursione ad anello con partenza da Nepi, cittа delle acque, il cui nome sembra derivi dal serpente Nepa , adorato dagli antichi abitanti come divinitа protrettrice della fertilitа.

Attraverso tagliate etrusche ci siamo addentrati nella valle Suppentonia e abbiamo scavalcato il fosso della Mola attraverso un maestoso ponte medievale, arrivando cosм alla basilica di Sant'Elia, chiesa piena di fascino, ornata da colonne di spolio con capitelli corinzi, pavimenti cosmateschi ed affreschi databili dall'anno 1000. Il ritorno è stato effettuato seguendo dal ponte medievale il sentiero “Rotelle” in direzione di Nepi. L’intenzione era di arrivare alle cascate del Picchio ma il primo guado si è presentato difficoltoso a causa delle piogge del giorno prima e così abbiamo deciso di proseguire lungo il sentiero per Nepi. Achille, approfittando di un attimo di disorientamento del gruppo, con supremo spezzo del pericolo e della eventuale preoccupazione degli altri, ha attraversato alla chetichella il guado e si è diretto velocemente (non per nulla Achille è per antonomasia il “pie’ veloce”!) verso le cascate del Picchio, raggiungendole, e riportandone abbondante documentazione fotografica. Il resto del gruppo, non riuscendo a rintracciarlo, ha deciso di procedere verso Nepi e di fare sosta pranzo, in attesa di notizie. Il “fetentone” ha raggiunto, presumibilmente per un percorso alternativo, il parcheggio di Nepi dal quale ha contattato il gruppo per avvisare del suo arrivo. Tutto è bene.... , ma d’ora in poi sarà auspicabile che tutti i partecipanti si mantengano, nelle future escursioni, sempre a contatto visivo e non si comportino come un branco di pecore allo sbaraglio!

Condizioni meteo nel complesso buone. Percorso abbastanza intuitivo, con scarsa segnaletica, da migliorare in alcuni punti cruciali.

Traccia GPS

Profilo alt.

Video di Roby

PARTECIPANTI