Monte Peschio - 21/03/2019

Da Rorna, conviene prendere la Via Appia e, appena superata Ciampino, deviare a sinistra lungo la via dei Laghi S.S. 217 fino a superare il bivio sia di Nemi a destra che dei Pratoni del Vivaro a sìnistra. Dal bivio suddetto si prosegue per Velletri in salita ed esattamente dopo un km, al km 17 vi è una sterrata sulla sinistra. Conviene parcheggiare qualche metro prima del km 17 su degli slarghi sulla destra.


Si sale subito a sinistra con una sterrata in pessime condizioni che pian piano diventa migliore e guadagna la prima dorsale del Maschio dell'Artemisio. La vegetazione diviene meno fitta e la strada tende a spianare fino ad essere totalmente pianeggiante od in leggerissima discesa. In questo punto, dopo circa mezz'ora dalla partenza, bisogna deviare a sinistra ed imboccare una nuova sterrata in salita. Si sale dunque a sinistra per circa 10 minuti fino ad una sbarra che si oltrepassa e qui il percorso tende a divenire pianeggiante con qualche segno bianco rosso sugli alberi che equivale all'itinerario 520 del Parco. In questo tratto si è sul fianco nord della lunga dorsale che domina Velletri ed i panorami quando possibili spaziano sui Pratoni del Vivaro e più lontano verso Rocca Priora ostacolati  dalla vegetazione. Si prosegue senza indugi per circa 45 minuti con andamento pressoché pianeggiante ignorando deviazioni poco sicure fino ad una deviazione netta a destra, quasi a ritroso, che in brevissima salita conduce ad uno slargo erboso (sorta di rotatoria erbosa posta su una sella). Qui, in pochi minuti si sale a monte Peschio (925 metri) e alla successiva gobba di 939 metri, massima elevazione della lunga dorsale dell'Artemisio. Bisogna però dire che il panorama è abbastanza ostacolato dalla vegetazione. Si rientra alla rotonda e si vedono anche dei segni sulla dorsale con la scritta "cresta", ma a parte il fascino dell'antico muretto a secco ormai inghiottito dalla vegetazione, che era il confine del Maschio di Lariano, la visibilità non è molta in questo luogo assai selvaggio. Ci si avvia verso la via del ritorno con lo stesso percorso di circa 1.30 h.

Giornata bellissima che ha permesso di festeggiare al massimo il primo giorno di primavera.

Notevole partecipazione di Lupacchiotti (12), con il graditissimo rientro di Vittorio.

Rocca di Papa

Traccia GPS

Profilo alt.

Velletri

Video di Roby

Video di Giorgio R.

PARTECIPANTI