S. Maria del Monte di Paganica, Cima di Faiete - 22/09/2016

S. Stefano di Sessanio

Barisciano

Si sale in auto da Assergi, lungo la strada per Campo Imperatore, fino al bivio per Fonte Vetica, e successivamente per Santo Stefano di Sessanio. Si percorrono circa 600-700 m in questa direzione fino al Rifugio Racollo.


Lasciata la macchina sulla strada nei pressi del lago e del Rifugio Racollo (1568 m), si segue una traccia abbastanza visibile e si percorre la valletta del Prato del Bove, raggiungendo in breve i resti di Santa Maria del Monte di Paganica (1616m), antica grancia cistercense (di cui le prime notizie si hanno nell’anno 1303), “che fu avamposto montano dell'industria armentizia dei monaci dell'abbazia di Santa Maria di Casanova”.

Da qui si prosegue in direzione del Lago di Passaneta, prima, e del Lago di Barisciano, poi. I due laghetti, sedi di antichi laghi di origine carsica, sono di solito abbastanza ricchi di acqua.

L’escursione, all’altezza della loc. “Le Fossette”, prosegue ora risalendo la costa (circa 300 m), che conduce fino a Cima di Faiete, (1915 m) punto panoramico sulla piana di Campo Imperatore nonchè sul Monte Camicia, il Monte Prena e tutta la dorsale del “Centenario”. Da qui, seguendo la linea di cresta, si raggiunge il valico sotto Monte Archetto e si inizia la discesa lungo la Valle dei Monaci, tenendo come riferimento il lago Racollo e il Prato del Bove, fino a raggiungere nuovamente le auto nei pressi del Rifugio.

New entry per il simpatico amico Giorgio C. che ha ottemperato di buon grado alla “tassa d’iscrizione” e ha fornito una dettagliata documentazione fotografica (inserita qui sotto).

Traccia GPS

Profilo alt.

Video di Roby

PARTECIPANTI