Achille

 

NOME : Achille “il Luparo”


ETA’ :     74


COMPLEANNO : 1° Giugno


STUDI : Università Statale Napoli


MATERIA : Scienze Agrarie


VACANZE PREFERITE : Marina di Montalto


LIBRO PREFERITO : Tutti


MUSICA PREFERITA : Mozart, Telemann, Vivaldi


CITAZIONE PREFERITA : Proverbi popolari

Biografia

Prima che un’anima pietosa lo raccattasse (incautamente!) nel Gruppo, errava ramingo e solitario, per prati e colli laziali. Delle montagne abruzzesi, che, (indegnamente!) è oggi ammesso a frequentare, gli rimangono comunque precluse, ufficialmente per cardiopatia, quelle più alte (il Corno Grande del Gran Sasso e M. Amaro sulla Maiella).

Eccelle (sotto supervisione dell’Autorità competente) nei lavori casalinghi, segnatamente stiro. Si distingue nella rottura, soprattutto, di pinoli.

E’ la persona adatta alla carica: ben noto per la sua sordida avarizia (lui la chiama parsimonia), usa la bicicletta per non pagare l’autobus, la carta riciclata per le minute; quando deve pagare la quota delle escursioni impallidisce e spesso sviene; nel migliore dei casi chiede una rateizzazione.

Individuo voracissimo, durante la pausa per la colazione, anche se messo alle strette, non ammette e non smette mai di abbuffarsi, ed alle proteste irose degli altri Soci ribatte di essere solo un po’ lento nel masticare!  Meglio fargli un abito che invitarlo a pranzo, ed infatti solo gli stolti (Presidente in testa) lo fanno.

Pessimo soggetto, insolente ed attaccabrighe, insolentisce e fa le pulci a tutti ed alle risposte velenose oppone la cardiopatia terribile che lo affligge quando gli fa comodo.

Soprannominato recentemente “S. Francesco”, per la sua dote di ammansire cani di tutte le razze e taglie, rappresenta una sicurezza per il gruppo, in caso di incontri ravvicinati